.

.

sabato 14 maggio 2011

IN MY MAILBOX (1)

Buonasera ragazzi,
eccoci alla prima puntata di IN MY MAILBOX, rubrica creata da Kristi del blog The Story Siren, la quale è dedicata ai libri che durante la settimana hanno preso posto nella mia libreria perchè: comprati, scambiati, mandati da case editrici, ricevuti in regalo,ecc.



Per questa settimana due libri acquistati e un giveaway....






Trama:
Ginevra, bella, bionda e afflitta da un rimpianto insuperabile, si prepara ad andare a interrare bulbi sul terrazzo di un cliente. Arianna, moglie, madre e aspirante adultera, deve preparare un cous cous gigantesco per gli ospiti di una signora svaporata. E Penelope? la giovane Penelope arranca come ogni giorno sotto il peso dei detersivi, che sono i suoi attrezzi del mestiere. Ma non è affatto una giornata come le altre, perché squilla il telefono: la voce di un uomo sconosciuto e suadente propone alle tre titolari della rinomata Agenzia un lavoro piuttosto insolito. Comincia così per Ginevra, Arianna e Penelope un periodo frenetico, ambiguo e innamorato, in cui conquistare un uomo affascinante e sfuggente.



Titolo: Aspirapolvere di stelle
Autore: Bertola Stefania
Editore: TEA
Pagine: 304









Trama:
Ogni anno nonna Agata vuole accanto a sé la nipote Agatina per insegnarle i segreti dei dolci in onore della Santa di cui entrambe portano il nome. Mentre impastano le cassatelle a forma di seno, le "minne", la nonna racconta il martirio della Santuzza, cui il crudele console Quinziano, non sopportando di sentirsi respinto, fece tagliare le mammelle. La drammatica vicenda rivela una delle regole del mondo maschile: "... devi sapere che gli uomini, se non ci provi piacere quando ti toccano, si sentono mezzi masculi, ma guai a te se ci provi piacere, perché allora ti collocano tra le buttane". Parte da qui il "cuntu", il racconto, della storia di una famiglia siciliana e delle sue donne straordinarie. Per ciascuna di loro, fino alla piccola Agatina che dovrà diventare grande, le minne hanno un significato speciale: grandi o minuscole, aride o feconde, amate senza pudore o trascurate da uomini disattenti, sane o malate, diventano la chiave per svelare i più intimi segreti della femminilità e dell'orgoglio di generazioni di donne e di una in particolare, forse la più coraggiosa.

Titolo: Il conto delle minne
Autore: Torregrossa Giuseppina
Editore: Mondadori
Pagine: 315








Trama:
Un giovane pedofilo che odia i pedofili, un bambino che vuole i capelli tagliati cortissimi per sfuggire alla "presa" del padre violento, un professore che doveva fare il contadino e invece no, uno strano incidente in cui muore il figlio del boss. Dalla pedofilia alla camorra, la giovane Giusi Marchetta tocca temi scomodi con uno stile asciutto e sorprendente. In questi racconti "l'anomalia psichica o sociale scaturisce da un meccanismo inesorabile, fino a una risoluzione conclusiva freddamente necessaria". Tutti i personaggi di questo libro pensano di potersi salvare aggrappandosi a qualcosa ma, come nella vita vera, non si rendono conto che non possono cambiare le cose. Come nella famosa filastrocca: i bambini cantano "dai un bacio a chi vuoi tu", ma sarà la conta a decidere per loro.

Titolo: Dai un bacio a chi vuoi tu
Autore: Marchetta Giusi
Editore: Terre di Mezzo
Pagine: 173

E voi cosa avete trovato nella vostra cassetta delle lettere?


Giada







Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...