.

.

martedì 11 settembre 2012

Recensione: Assassinio sull'Orient Express


Recensione: 

Alzi la mano chi afferma di non conoscere Agatha Christie e il suo celeberrimo Assassinio sull'Orient Express, preceduto per fama, forse, solo da Dieci piccoli indiani? Suppongo nessuno! Bene, tralasciando il fatto che un ragazzo (non oso neppure definirlo XD) in treno abbia spoilerato  il finale e per tale ragione ho fatto testa o croce per decidermi finalmente ad iniziarlo, posso affermare con certezza che pur conoscendo il colpevole sono rimasta di stucco! 

Questa donna è un vero genio! La sua penna incanta e ammalia e il personaggio di Poirot non ho potuto far altro se non amarlo e ammirarlo per la sua perspicacia, la sua sottile ironia, la sua immensa intelligenza e la sua capacità di capire la psicologia altrui in modo impeccabile. 

La trama erroneamente può sembrare la solita dei gialli: un treno, dei passeggeri, un detective, un cadavere, un assassino e nessun movente. Lo sviluppo, invece, si districa pian piano sino ad arrivare al magistrale colpo di scena che nessuno avrebbe potuto prevedere. La narrazione della Christie presenta un linguaggio curato senza però creare intoppi, il tutto scorre fluido e poco più di 200 pagine terminano in un niente.

Non sento il bisogno di dirvi altro innanzitutto perchè di un giallo meno particolari si conoscono più la lettura risulta piacevole e secondo un libro di tale rinomanza non ha bisogno certo delle mie parole affinché venga letto!

2 commenti:

Chiaretta ha detto...

Ciao! Della Christie ho letto soltanto "Assassinio allo specchio" che mi è piaciuto molto! Mi piace il personaggio della Marple, la adoro!!
Poirot l'ho visto nei telefilm ed è un personaggio intrigante!

saetta9 ha detto...

Con Miss Marple come protagonista non ho ancora letto nulla seguirò il tuo consiglio :) Poirot del telefilm è geniale ma nel libro è anche meglio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...