.

.

mercoledì 10 ottobre 2012

Anteprime di novembre: Il colpevole e Katherine


Lisa Ballantyne
Il colpevole

Thriller psicologico che non lascia scampo, La natura del male trascina il lettore nell’abisso profondo dellanimo umano, nella zona d’ombra del male che non risparmia nemmeno l’età dell’innocenza.

Il romanzo rivelazione
conteso in asta dai maggiori gruppi editoriali del mondo
venduto in pochi giorni in 21 paesi

Titolo: Il colpevole
Autrice: Lisa Ballantyne
Casa editrice: Giano
Pagine: 480
Prezzo: € 13,90 
Uscita: Novembre

Trama: Sebastian Croll ha undici anni, grandi occhi verdi, lineamenti delicati di bambino ed è accusato di aver brutalmente ucciso Ben Stocker, suo compagno di giochi, fracassandogli il cranio con un mattone. Il ragazzo è alla stazione di polizia di Islington quando viene raggiunto da Daniel Hunter, il legale che ha l’incarico di difenderlo e che ha alle spalle una vita intera dedicata a occuparsi di cause perse.
I modi educati, lo sguardo sperduto, l’aria compita, il bambino sembra tutto fuorché l’autore di un omicidio tanto atroce. E tuttavia gli indizi sono tanti, i testimoni anche e l’atteggiamento di Sebastian non aiuta a fugare i dubbi. Incalzato dalle domande della polizia, il bambino muta abilmente versione ogni qual volta viene messo di fronte a nuove evidenze. Con l’aria più innocente riesce a trarsi fuori dalle trappole tese dagli inquirenti durante il lungo interrogatorio. E la domanda rimane aperta: è l’assenza di malizia, propria solo dell’età dell’innocenza, che lo guida o la lucidità di un animo già corrotto, capace di mentire, rielaborare e manipolare senza rimorsi e sentimenti? Daniel indaga sul caso e, più si addentra nella vita della famiglia Croll, più la facciata di quieta normalità si sgretola e l’esistenza di Sebastian si scopre segnata da violenze domestiche e paura. Il viaggio nelle pieghe dell’animo del bambino diventa presto anche il viaggio nel suo proprio passato, il passato di un uomo con un’infanzia segnata da abusi, solitudine e famiglie affidatarie, fino all’incontro con Minnie, la madre adottiva che per prima è riuscita a insegnargli la capacità di amare e di lasciarsi amare, dimostrandogli che è possibile cambiare le carte che la vita ti ha dato. Daniel sente di dover salvare Sebastian, offrendogli la possibilità di quella redenzione che lui stesso ha avuto la fortuna di sperimentare. Prima di tutto però bisogna provare l’innocenza del bambino. Ma Sebastian è davvero innocente?

Lisa Ballantyne: ha 37 anni e lavora presso l’Università di Glasgow. Il colpevole è il suo primo romanzo, opera-rivelazione contesa dai maggiori editori del mondo.

Hanno detto...

«È facile intuire per quale motivo questo libro abbia sollevato tanto scalpore alla scorsa edizione della Fiera del Libro di Francoforte».
John O’ Connel, The Guardian

«Un esordio avvincente».
Company (Top Pick)

«È una delle migliori opere prime che abbia mai letto».
Shari Low, The Daily Record

«Lisa Ballantyne ha scritto un primo romanzo che è allo stesso tempo toccante e ricco di suspense; dettagliato, ma dall'inquietante semplicità di una parabola».
Joyce Carol Oates

«Questa è una superlativa opera di finzione. Il vero crimine sarebbe stato commesso se il talento di Lisa Ballantyne non fosse mai stato scoperto».
Daily Record

«Provocatorio, audace e stimolante, questo libro è una lettura compulsiva che sconvolge».
Rosamund Lupton, bestselling author of Sister and Afterwards

«Roba avvincente».
More!

«È un romanzo che tratta in maniera autentica di persone reali, caratterizzate da imperfezioni altrettanto reali, in cui nulla può essere definito chiaramente, perché la vita funziona in maniera diversa. Il colpevole pone l’autrice saldamente nella lista degli autori da tenere d’occhio».
Irish Independent

«Un romanzo d'esordio che ha sicuramente la parola “bestseller” stampata sopra».
Crimesquad.co.uk

«Frenetico ed emozionante, ci siamo lanciati nella lettura  fino a notte fonda. Tenete i fazzoletti a portata di mano – sarete uno straccio arrivati alla fine».
Emerald Street

«Una storia che tiene inchiodati alla poltrona...assorbendo totalmente il lettore che desidera scoprire cosa accadrà».
Dulwich Book Reviews


Anya Seton
Katherine


 Uno dei più grandi best seller della storia dell’editoria.
Dal 1954, anno in cui apparve per la prima volta, affascina ininterrottamente milioni di lettrici e lettori.

Con un ritmo narrativo e una scrittura che avvincono il lettore, Anya Seton fa rivivere questa celebre vicenda come se fosse accaduta ieri.
 La storia d’amore tra Katherine Swynford e il duca di Lancaster nell’Inghilterra del XIV secolo.

Tradimenti e passioni, omicidi e pentimenti, abbandoni e promesse nel paese devastato dalla Peste Nera.


Titolo: Katherine
Autrice: Anya Seton
Casa editrice: Beat
Pagine: 576
Prezzo: € 13,90 
Uscita: Novembre

Trama: Inghilterra, XIV secolo. Educata in un convento, Katherine de Roet,
figlia di un araldo fiammingo, a quindici anni giunge alla corte di Enrico III, al seguito di sua sorella Philippa, damigella della regina. Bellissima, nel giro di un anno va in sposa al cavaliere Hugh Swynford che possiede il maniero di Kettlethorpe e fa parte del seguito di John of Gaunt, il duca di Lancaster. È l’epoca di Geoffrey Chaucer, di splendide residenze reali, di tornei e battute di caccia e di sfarzosi banchetti. È l’epoca della grande epidemia di peste del 1348 la Morte Nera, che uccide un terzo della popolazione, eliminando a Londra l’intera corporazione dei sarti e dei cappellai e di grandi rivolte e tumulti della popolazione stremata dalla carestia. È l’epoca, infine, della più grande storia d’amore del Medioevo: quella tra Katherine e John of Gaunt, un amore tormentato, contrastato, scandaloso per l’epoca. Al seguito di John of Gaunt, Katherine viene dapprima nominata governante delle due figlie del duca di Lancaster e della sua prima moglie Blanche. Alla morte di Blanche, diviene l’amante ufficiale di John, ma nel 1381 le pressioni della corte e il prestigio crescente del duca di Lancaster costringono quest’ultimo a porre fine alla relazione. Katherine torna a Kettlethorpe coi quattro figli avuti da John, additati al disprezzo di tutti con l’appellativo di Bastardi Beaufort (dal nome di un possedimento di John in Francia). Lei stessa viene definita nelle cronache dell’epoca «a witch and a whore» (una strega e una prostituta) e «a devil and enchantress» (un demonio e un’incantatrice). Attraverso lutti, guerre, adulteri, assassini, abbandoni e ricongiungimenti, la passione tra Katherine e John of Gaunt, tuttavia, non finirà mai e nel 1396, nella cattedrale di Lincoln, culminerà in uno sfarzoso matrimonio.

Anya Seton nasce a New York nel 1904 e muore nel 1990. 
Ha scritto numerosi romanzi storici, tutti di grande successo, tra cui
La turcheseLa locanda del focolareVerde oscurità e Il castello di Dragonwyck.Katherine, l’opera che le ha dato notorietà, 
viene considerato un vero e proprio classico, l’opera 
che ha aperto il romanzo storico al romance, alla storia d’amore.


Hanno detto...

«Uno dei migliori romanzi storici mai scritti, in cui l’analisi 
profonda del carattere umano risalta sullo sfondo vivace 
dell’Inghilterra sconvolta dalla Morte Nera e dalle rivolte sociali». 
Saturday Review

«Una grande avventura, magnificamente narrata».
Philippa Gregory

«Anya Seton ci conduce in altri mondi, facendoci vivere ore di 
assoluta partecipazione e piacere».
Women’s Journal

«L’entusiasmo di Anya Seton per il suo personaggio e la 
sua epoca è contagioso. Katherine ne emerge come una
 figura piena di vitalità e ardore».
Daily Telegraph

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...