.

.

giovedì 17 luglio 2014

Tappa finale: Blogtour "Accorgiti di Me" di Bridget Nellan


Il blogtour di Accorgiti di Me è come un piccolo puzzle, ciascuna delle sei date è un pezzo importante per comporre un meraviglioso quadro di cui tu sei il protagonista.
Hai seguito ogni tappa del tour, hai potuto conoscere meglio Diana e Seth, i due protagonisti; ora, è giunto il momento di scoprire i due vincitori del giveaway!

ATTENZIONE: Presto uscirà la nuova versione del romanzo Accorgiti di Me con più di 40 pagine inedite. Per questo motivo, i vincitori del giveaway non saranno più due, bensì tre! Tre persone riceveranno in anteprima una copia digitale della nuova versione con dedica personale!

Queste sono tutte le tappe che di volta in volta vi hanno fatto conoscere un lato in più del mondo che si cela in Accorgiti di Me:
Nella prima tappa (10 Giugno – Gilly in Booksland) avete trovato il trailer del romanzo. Un minuto di video che vi ha introdotto nel mondo di Accorgiti di Me.
Nella seconda tappa (18 Giugno – Atelier di una Lettrice Compulsiva) avete trovato  l'incipit del romanzo, l'inizio di un avventura con un finale sorprendente.
Nella terza tappa (25 Giugno – Un buon libro non finisce mai) avete trovato  l'intervista a Diana, la protagonista femminile. Domande dirette hanno messo a nudo i suoi pensieri.
Nella quarta tappa (2 Luglio – Libri da Favola) avete trovato l'intervista a Seth, il protagonista maschile. Siete riusciti a comprende il suo lato oscuro?
Nella quinta tappa (9 Luglio – La Fenice Book) avete trovato un estratto piccante che vi ha alzato notevolmente la temperatura corporea.
E per finire, nella tappa finale, cioè la sesta (16 Luglio – La mia passione? I Libri), state per conoscere i due vincitori!


Accorgiti di Me(Vincitori del Giveaway)

Per poter vincere le tre copie digitali dovevate commentare ogni tappa del blogtour e diventare lettori fissi di ciascun blog. Qui di seguito verranno riportate tutte quelle persone che hanno eseguito correttamente la procedura e per questo sono i possibili candidati per la vittoria. Inoltre, vicino al vostro nome troverete un numero che vi identifica. Se, attraverso RANDOM.ORG uscirà il vostro numero, sarete i vincitori!
Inoltre, ci tengo a ringraziare tutte quelle persone che hanno partecipato e che hanno commentato le tappe, spero che quest’avventura sia stata di vostro gradimento e che Diana e Seth siano entrati nel vostro cuore assieme alla loro storia.

Ed ora, ecco i candidati:
1) Cioci X
2) Tiziana Quinto
3) Bonny Moody
4) Iri Fil
5) Hutchers
6) Stefania Mognato
7) Adriana
8) Arianna Labriola
9) Cla Cit
10) Ambra Mammoliti
11) Kaya
12) Orianna Trentinaglia
13) Gaia Florio


E come extra per quest’ultima tappa, ecco a voi la nuova copertina di Accorgiti di Me che andrà a sostituire quella vecchia nella nuova versione!


Ed ora, i vincitori sono….
*rullo di tamburi*

I numeri 10, 5 e 12. Rispettivamente Ambra Mammoliti, Hutchers e Orianna Trentinaglia!

Congratulazioni alle vincitrici! Per riscuotere il premio potete lasciare qui sotto, nei commenti, o il vostro profilo facebook o la vostra mail. Verrete contattate dall’autrice non appena la nuova versione sarà pronta e la riceverete con la personale dedica!
Ancora un enorme grazie a tutte le persone che hanno partecipato. Il viaggio di Diana e Seth è appena cominciato, la strada per la fine è ancora lunga e molte cose possono accadere. I protagonisti di Accorgiti di Me vi vogliono al loro fianco per intraprendere quest’avventura, e voi che dite; li seguirete?


lunedì 24 febbraio 2014

Blog tour: Radioactive Storm di Chiara Cilli


Ben ritrovati ragazzi! Oggi sono felice di poter ospitare nel mio angolino la quarta tappa del blog tour dedicato a Radioactive Storm di Chiara Cilli attraverso degli estratti scelti dall'autrice stessa!


  • "Matt emette un verso rabbioso e selvaggio nel mio orecchio e un istante dopo la mia schiena urta brutalmente contro lo stipite della soglia della cucina. Lancio un grido roco di dolore e collera… che si perde nella bocca di Matt e si mescola al suo gemito di frustrazione e desiderio. Mi tiene ferma per i capelli, tirandoli fino a farmi male. La sua lingua depreda il mio sapore, quasi lui stesse cercando in tutti i modi di inviarmi un messaggio di vitale importanza. Avverto la sua fame, la sua disperazione, il suo amore, e ne sono schiacciata. Matt scolla le labbra dalle mie, ansimando: «Non posso lasciarti andare, Cris». Mi perdo nel suo sguardo in fiamme, mentre la sua bocca continua a stuzzicare la mia e la sua presa sui miei capelli si fa più dolce e possessiva. Matt m’inchioda con gli occhi, riesco a percepire la sua essenza nel sangue, il suo marchio bruciare in me. «Questo» afferma piantandomi una mano sul cuore «è il mio posto.» Il mio cuore pare voler balzare fuori dal petto per avvalorare ciò che Matt ha appena detto. Sconvolta, seguito a fissarlo anche quando mi bacia con passione, indugiando sulle mie labbra affinché i nostri respiri si fondano. «E questo» aggiunge portandosi la mia mano al cuore «è tuo. Solo tuo.» Ho il fiatone, le gambe che tremano, gli occhi che bruciano per l’insorgere delle lacrime. «Matt…» «Ti amo, Cris» dice di slancio."
  • "«Vuoi andare via?» mi sussurra Stefano, le labbra sul mio orecchio che mi trasmettono i brividi.
    «No.» Mi inarco all’indietro per guardarlo negli occhi. «Vuoi che vada via?»
    Un sorriso mesto si dipinge sul suo viso, e il mio cuore fa una capriola. «Vorrei poterti dire che mi piacerebbe tenerti con me per la vita, ma ti spaventeresti e mi allontaneresti.»
    «Non credo che lo farei» mi sorprendo a controbattere, cupa.
    Mi preme un bacio sulla tempia. «Lo so.»
    Giro la testa, la punta del naso che sfiora la sua, il suo respiro che si mescola al mio, il suo sguardo nel mio. «Come fai a saperlo?»
    «C’è qualcosa tra di noi, Cristina.»
    Il tono della sua voce è così sommesso, caldo, che tutto ciò che voglio è ascoltarlo pronunciare il mio nome mentre lui mi possiede. Lentamente e profondamente.
    «Io non ho idea di cosa sia» continua «ma è puro, vero.»
    Lo rimiro come fosse una pietra preziosa unica al mondo. «È come se tu mi conoscessi da sempre. Riesci a cogliere aspetti di me come nessuno ha mai fatto, nemmeno io. Come fai?»
    «Perché io ti vedo, Cristina.»"
  • "Mi posa una mano sulla guancia. «Fidati di me, Cristina.» Ogni fibra del mio essere vorrebbe confidarsi con lui. Mi pizzicano gli occhi per le lacrime trattenute. «Non lo so fare, Stefano. Io non sono capace di esprimere a parole ciò che provo.» «Allora lascia che ti insegni.» Il suo tono è fermo e dolce al contempo, e mi disarma. «Permettimelo.» Le sue parole mi riecheggiano nelle orecchie mentre Stefano si china a depositarmi un bacio leggero sulle labbra. «Ti è piaciuto?» mormora accarezzandomi gli zigomi con i pollici. Annuisco a occhi chiusi. «Tanto» bisbiglio. Avverto il suo fiato caldo lambirmi la bocca vogliosa di lui. «E come ti senti adesso?» Mi aggrotto impercettibilmente. «Vulnerabile» ammetto con un fil di voce. Apro gli occhi sprofondando nei suoi. «Spaventata da te.» Annuisce piano con la testa, baciandomi di nuovo – con più veemenza, stavolta. «E perché ti spavento? Puoi dirmelo, Cristina, non avere paura.» Non riesco a respirare. «Perché tu mi rendi felice» rivelo."
  • "Questo non è il Matt in abito da sartoria di cui mi sono innamorata al primo sguardo. Sono prigioniera della sua rabbia e vittima del suo dolore. La parte razionale di me è spaventata a morte dal suo comportamento violento, quella perversa e masochista anela più brutalità, più intensità.
    Brama un amore che finisca col consumarmi.
    Per questo stiro le labbra in un sorrisetto maligno e replico con quel tono seducente che stuzzica il maschio predatore che è in lui.
    «Tu non ne hai idea.»
    Il volto di Matt diviene ancora più tetro, e un attimo dopo lui mi stimola il clitoride con forza, finché non vengo con un urlo. Matt mi lascia andare e si succhia le dita permeate dai miei umori, lo sguardo tagliente incatenato al mio.
    Infine trae un respiro significativo e mi accarezza una guancia con tutta la lentezza del mondo.
    «Ti ho preso l’anima, Cris» mormora duro. «Così come il corpo e il cuore. Ti lascio questi due, per adesso. Ma non dimenticare che sei mia, tutta quanta. Lui non ti farà mai sentire così. Lui non ti farà mai sentire viva.»
    Una lacrima mi solca la guancia. «Ma non mi farà mai soffrire.»
    Matt resta a fissarmi dall’alto, l’espressione impenetrabile. «Goditi pure la tua settimana con Stef, ragazza tremenda. Sarà l’ultima cosa che ti concederò prima di reclamarti a tutto l’universo.»
    Il mio si arresta in quell’istante."

mercoledì 5 febbraio 2014

RACCONTAMI DI QUELLA VOLTA CHE UN BIGNAMI…

La storica Casa Editrice entra nel mondo dei Social Network. Da oggi sarà possibilie infatti comunicare direttamente con  Bignami. I ragazzi  sono sul web, sempre più connessi sempre più collegati con I loro smartphone, Bignami vuole esserci, con loro e per loro. 



Nasce così la nuova iniziativa. “Raccontami di quella volta che un Bignami…” Tra il 31.01.2014 e il 31.03.2014 gli utenti sono invitati a inviare via messaggio privato su http://facebook.com/bignamiedizioni o twittando a @bignamiedizioni , il racconto di come un Bignami li ha aiutati a superare un’esame .
Il tuo messaggio o twitt potrà essere publicato sulla pagina ufficiale facebook di Edizioni Bignami o ritwittato. 
Entro il 10 aprile i tre racconti migliori, scelti direttamente dal team di Edizioni Bignami riceveranno in omaggio “La Poetica di Aristotele” Edizione storica del 1932 scritta dal Professor Ernesto Bignami. 


EDIZIONI BIGNAMI
Via Pisa, 200
20099 Sesto San Giovanni (MI)
Tel.: 02 22470756 Mail: info@bignami.com


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...